Post liberazione

(Come sono orgogliona della doppia lettura del titolo non potete capire)

Oggi questo blog compie dieci anni.
E dopo dieci anni e 1.418 post abbandona le scene.
Così, senza troppi giri di parole.
Applausi.
Sipario.

Post liberazioneultima modifica: 2015-04-26T11:32:28+00:00da layle74
Reposta per primo quest’articolo

50 pensieri su “Post liberazione

  1. Ero preparato perchè me ne parlavi da un po’ ma è stato comunque un duro colpo. Mi sono chiesto più volte come sarebbe stato il tuo ultimo post: a volte mi immaginavo saluti e ringraziamenti vari, altre credevo in un post ad effetto, tipo quel post game che avevi in mente da tempo. Di sicuro non mi aspettavo un finale così sintetico. Ti abbraccio forte, cozzè, perchè so che non è stato facile.

    • Mah, ti dirò…il contesto ha influenzato parecchio lo stile. Credo che non ci sia tempo migliore per chiudere. E poi il decimo anniversario è così romantico! 😉 Il post game era un’idea fighissima ma anche molto impegnativa: avrei dovuta partorirla nei tempi d’oro. Bacio Stepi.

      • Dicci un po’, quante volte ti è capitato in questi giorni di pensare ‘questo lo devo scrivere nel blog’? 😉 Buon viaggio cozzè. Non riempirti di bulbi.

  2. Il tuo blog è fisso nella barra dei preferiti e ci passavo ogni mattina cercando simpatiche “novità”… mi spiace molto per la tua decisione, i tuoi scritti mancheranno molto… buona vita ragazza.. Laura

  3. Nooooooooooooo! Crudelissima! Questo è un attentato alla mia salute mentale. Sono a 6500 km dall’Italia e tu mi facevi sentire più a casa. Adesso hai la mia mail, pl.pl.pl. mandami le tue avventure in privato o ne morirò (Ale).

  4. Ciao Iena. Sono un lurker dai tempi di Capriola. Mi hai fatto ridere, commuovere e pensare con i tuoi scritti. Lascerai un bel vuoto. “Puttanalarana”!!! In bocca al lupo.

  5. the stars are not wanted now: put out every one;
    pack up the moon and dismantle the sun;
    pour away the ocean and sweep up the wood.
    for nothing now can ever come to any good.

    trad.: “minchiazzio! questa è una protesta! cioè… se la iena non torna è giusto prendere una spranga e spaccare tutto, cioè…”

  6. Ciao Yle,non ci conosciamo ma ti seguo anch’io più o meno dai tempi del Capriola,ti ho incontrata per caso, inizialmente ti leggevo raramente poi piano piano sei diventata come un libro,telefilm o striscia di fumetti da seguire:)..Col passare del tempo questo blog è diventato un punto di svago e di riflessione,Mi spiace davvero non aver mai commentato prima (chiedo perdono per questo 🙂 ) mi sono spesso ritrovata nella tua ironia…beh si anche un po’ nella sfiga 😀 Non so che dire…mi spiace Iena,spero di “rivederti” in qualche modo,in bocca al lupo per tutto 😉 (Oddioquantiemoticon scusa!!!)

  7. Il fiuto delle iene è proverbiale, direi che è un fiuto “molecolare”. Con una crocuta anche un segugio di S. Uberto fa la figura di un somaro.
    Ciao regina.
    haffner

  8. Da queste parti l’ultimo giorno di scuola delle elementari la maestra, munita di scopa, accompagna alla porta i bambini e, simbolicamente, li spazza via tra i lacrimoni generali.
    È così che mi stai facendo sentire.
    La fine di un epoca, ma forse anche l’inizio di una nuova avventura.
    Buena suerte Ienuzza!

  9. cara vecchia (si fa per dire, sai che soffro di maggiore anzianità…) Yle, mi dispiace che tu non stia più nella blogosfera. sono mancato per tanto tempo dal tuo salotto, colpa delle nuove tecnologie che hanno ridotto il mio tempo libero in ufficio e di tanti altri cazzilli più o meno irrilevanti. ma ogni volta che tornavo qui mi fermavo per delle ore a riprendere il filo del discorso abbandonato mesi prima e la tua lettura mi scatenava sempre qualche movimento delle piccole cellule grigie. Anche oggi è successo e mi duole pensare che non succederà più. Ma sono anche contento per te, che hai trovato la tua libertà. Vola, Yle, porca puttana, vola libera!!! Ciao bionda, grazie della compagnia virtuale che mi hai fatto per tanti anni! 😉

    • Alla faccia dei “pochi mesi prima”, qui siamo chiusi da più di un anno e nel frattempo è successo quasi di tutto: tipo che ora la Iena va pure a fare – fulmini e saette – volontariato ai terremotati! Ciao caro Vecchio Lettore, è stato un piacere anche per me. Bionda, tze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*